Indifferenza

Indifferenza. Il male più grande della nostra società. Succede una tragedia come quella di Lampedusa e si accende il nostro interesse. Lutto nazionale, l’Italia piange. E tra due giorni saremo al punto di partenza. Noi. Perché a Lampedusa l’indifferenza non sanno che cosa sia. Loro che le tragedie vere le toccano da vicino ogni giorno non possono restare incuranti davanti a chi è partito solo con un pugno di speranza in mano e si è ritrovato privato della stessa vita. E non parlo solo delle centinaia di uomini (persone, non migranti come ha ben ricordato Donata Columbro) che hanno perso la vita ieri nella notte, ma anche di quanti sono riusciti a raggiungere le coste della speranza, per poi vedersi reclusi in un centro di accoglienza che di accogliente ha ben poco.

Immagine da http://www.frasibelle.net/frasi-sullindifferenza.html

Ma l’indifferenza si manifesta anche nelle azioni di ogni giorno. La scorsa settimana scendo dal treno, una fiumana di altri pendolari mi precede e ordinatamente inizia a scendere le scale per uscire dalla stazione. Sono l’ultima della fila. Ferma in cima alle scale vedo una ragazza con un passeggino. Guarda speranzosa tutte le persone che le passano accanto, ignorandola. Le sorrido e le chiedo: “Le serve una mano?”. Il suo viso si illumina: “Grazie!”. Arriviamo in fondo alle scale e le chiedo chiedo solo un attimo di tempo prima di iniziare la “risalita” per spostare la borse sull’altra spalla perché temo che scivoli e arrivi in faccia al bambino. Nel frattempo un uomo sulla quarantina mi passa accanto a testa bassa e sale rapidamente le scale. Indifferenza. La stessa che vedo ogni giorno sul treno quando nessuno si alza per far sedere un anziano o una donna incinta. La stessa di chi ogni giorno pensa: “Lo farà qualcun altro, perché dovrei farlo io?”.

Per i lampedusani Fabrizio Gatti in un bellissimo articolo (leggetelo qui) ha proposto il premio Nobel per la Pace. Io intanto cerco di tenere sempre ferma nella memoria una frase di Mahatma Gandhi:

Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...